Cosa sarà raffigurato nelle banconote euro dal 2026: i soggetti scelti dai cittadini

Euro, sulle banconote nel 2026 ci saranno nuovi disegni. A decidere quali saranno gli stessi cittadini europe. La scelta sta per entrare nel vivo, ma i soggetti sono già stati decisi. 

Per quanto il mondo cambi e vada veloce, le banconote restano il metodo di pagamento preferito da molti. Forse semplicemente perché, al contrario dei pagamenti elettronici, qui il denaro lo si può vedere e toccare o forse semplicemente come retaggio di ciò che è stato. Di certo, le banconote sono affascinanti anche per come appaiono. I loro disegni e le loro peculiarità sono, per esempio, una delle prime cose a cui facciamo caso quando viaggiamo in un Paese diverso dal nostro. Nei giorni scorsi, il Consiglio direttivo della Banca centrale europea ha comunicato i possibili temi che verranno presentati sulle nuove banconote dell’Euro. L’Ue è, infatti, al lavoro per ridisegnare i contanti che circolano all’interno dell’Unione e lo farà entro il 2026.

Euro, come cambiano le banconote

Nel dicembre 2021 abbiamo annunciato i nostri piani per riprogettare le banconote in euro, che fanno parte del processo di sviluppo di nuove banconote. Vogliamo garantire che le banconote rimangano disponibili e accessibili e continuino a essere un mezzo di pagamento sicuro ed efficiente – aveva spiegato nei mesi scorsi il Consiglio direttivo della Bce – Vogliamo anche che le banconote siano quanto più sostenibili e rispettose dell’ambiente possibile. Questo è il motivo per cui stiamo esaminando la loro impronta ambientale per identificare opportunità per ridurre il loro impatto ambientale attraverso nuovi prodotti e processi. Il processo rappresenta anche un’opportunità per rendere le banconote più inclusive per tutti gli europei. Il Consiglio direttivo deciderà un nuovo tema e nuovi progetti. Terrà conto delle opinioni espresse dal pubblico nei sondaggi e dei pareri dei gruppi di esperti“.

Banconote di euro
Immagine | Unsplash @Ibrahim Boran – Informagiovanirieti.it

Il processo, nel frattempo, è andato avanti e sono stati scelti dai cittadini i due temi attorno ai quali dovranno vertere i nuovi disegni sulle banconote. I temi prescelti sono la Cultura europea e Fiumi e uccelli. Come specificato in un comunicato stampa, nell’indagine commissionata dalla Bce la “cultura europea” è risultata il tema più apprezzato dai concittadini partecipanti, agguantando il 21 percento delle preferenze. Al secondo posto si è piazzato il tema “Fiumi: le acque della vita in Europa” col 18 percento, mentre sul terzo gradino del podio sono finiti gli “Uccelli: liberi, resilienti, di ispirazione” conquistando il 17 percento dei voti.

Quando cambieranno le banconote in Europa?

Cosa succede adesso? La prossima tappa nel percorso che porterà alle nuove banconote cadrà tra il 2024 e il 2025 e metterà in competizione i motivi e i disegni sui tre temi prescelti oggi, sui sette iniziali: il 2026 il Consiglio dovrà decidere definitivamente come saranno le nuove banconote che potrebbero rappresentare solo il tema della cultura europea oppure solo quello di fiumi e uccelli, oppure tutti e due. Una volta arrivata la decisione, le banconote con i nuovi disegni dovrebbero entrare in circolazione entro il 2030.

La partecipazione in questa prima fase è stata, nel frattempo, molto alta. Il sondaggio online condotto lo scorso luglio ed agosto ha registrato 365.000 responsi nell’area dell’euro.

 

Impostazioni privacy