Agenzia delle Entrate, allarme per la nuova truffa: attenzione a questi messaggi

Nuova truffa in corso che vi svuota il conto in meno di 5 secondi: ecco i dettagli e a cosa devi fare seriamente attenzione.

Come spesso accade, gli utenti e i nostri lettori ci informano di alcune problematiche relative a tematiche piuttosto comuni come l’Agenzia delle entrate o l’INPS ed eventuali dichiarazioni dei redditi. Nel corso di questo articolo, però, vogliamo informarvi di alcune truffe che stanno circolando in giro per il web che riguardano il portale dell’Agenzia delle entrate: andiamo con ordine a svelarvi quanto sta accadendo e a cosa voi utenti dovete fare letteralmente attenzione.

truffa agenzia delle entrate
truffa agenzia delle entrate – informagiovanirieti.it

Siamo sempre più coinvolti dalla tecnologia, in quanto si può dire che è diventata parte integrante della nostra vita quotidiana. Purtroppo, però, spesso i nostri cari lettori si trovano ad affrontare delle situazioni a dir poco sconvenienti che sono legate principalmente a delle truffe che puntano a portare via molto denaro dagli utenti, ingannati dal logo o da alcune mail che vengono spedite, si pensa, dal sito ufficiale.

In questo articolo, però, vi veniamo incontro e vi informiamo su quello che dovete fare attenzione cosi che non possono più fregarvi e non dovete più preoccuparvi.

Truffa Agenzia delle entrate: ecco cosa riguarda

Proprio il sito dell’Agenzia delle entrate, ha lanciato un allarme di una truffa che sta circolando in questi giorni in rete e ha pubblicato l’annuncio il 2 Maggio 2024. Può capitare che un contribuente abbia diritto ad un rimborso di imposte e, tali rimborsi vengono effettuati i tramite il sostituto di imposta, ma per chi non ne ha uno, il rimborso arriva direttamente dall’Agenzia delle Entrate.

truffa agenzia delle entrate
Truffa agenzia delle entrate – informagiovanirieti.it

Naturalmente quando in ballo ci sono rimborsi, il contribuente deve fare molta attenzione a fornire i propri dati personali. Ed è qui che cade nel tranello.

L’ultima trovata degli hacker esperti è proprio l’SMS truffa, avvisa che c’è un rimborso da disporre in favore del contribuente e di conseguenza si invita a seguire un link, in modo da inserire nel form i propri dati bancari che occorrono per sbloccare il versamento.

L’Agenzia delle entrate avverte di prestare attenzione a simili messaggi, in quanto le somme indicate la maggior parte delle volte sono casuali. In caso di dubbi è bene non seguire mai i link, collegarsi al sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate e chiedere assistenza.

Devi sempre controllare se ci sono link corti come bit.ly e nella maggior parte dei casi si finisce in siti truffa. Se, invece, ci sono allegati, bisogna sempre controllare che abbiano una sola estensione (ad esempio .docx e non .docx.exe).

Impostazioni privacy