Figli: quanto costa mantenerli?

Quanto costa mantenere i propri figli? I primi 12 mesi sono i più onerosi e i più complicati, ma più cresce e più crescono le spese

Quanti soldi sono necessari per mantenere un figlio ogni anno? In altre parole, quanto costa essere genitori Fornire una risposta precisa alla domanda “quanto costa avere un figlio” è molto difficile, anche se è possibile fare una stima approssimativa che varia da famiglia a famiglia. Sicuramente avere un figlio, pur essendo un’esperienza meravigliosa, comporta un impegno economico non indifferente.

In Italia, i costi per crescere ed educare un bambino possono variare notevolmente in base a diversi fattori, come la regione di residenza, lo stile di vita e le scelte educative.

Quanto costa mantenere dei figli in Italia?

Secondo un’indagine dell’Osservatorio mensile di Findomestic, mantenere un figlio che abita in casa costa quasi 500 euro al mese.

Secondo uno studio che ha coinvolto oltre 1.000 famiglie, il costo mensile per mantenere un figlio è di 462 euro. Questi dati, relativi al 2023, mostrano un aumento del 15% rispetto al 2022.

Quanto costa il mantenimento di un figlio?
Figli: quanto costa mantenerli? (informagiovanirieti.it)

 

In altre parole, mantenere un figlio costa in media 5.544 euro all’anno. Dalla nascita fino ai 18 anni, il costo totale per ciascun figlio ammonta a 99.792 euro. Questa è una delle stime più basse disponibili. Altri studi indicano un costo annuale per figlio che varia tra i 7.000 e i 15.000 euro, portando la spesa totale per i primi 18 anni di vita a un intervallo tra 126.000 e 270.000 euro.

Nel dettaglio, le spese per ogni figlio sono costituite da:

  • acquisti per abbigliamento (113 euro al mese, 1.356 euro all’anno),
  • spese per la scuola (97 euro al mese, 1.164 euro all’anno),
  • spese alimentari (86 euro al mese, 1.032 euro all’anno),
  • viaggi (54 euro al mese, 648 euro all’anno),
  • trasporti (42 euro al mese, 504 euro all’anno),
  • salute (40 euro al mese, 480 euro all’anno).

Si tratta di stime orientative che si riferiscono a una media dei costi per figlio da 0 a 18 anni. Ciascuna famiglia ha un diverso stile di vita e i costi possono variare sensibilmente in base a dove si vive e alle necessità peculiari di ogni figlio.

Di seguito le stime dei costi per figlio divise per fascia di età: il primo anno di vita è uno dei più costosi.

  • Prodotti per la prima infanzia: culla, passeggino, seggiolino auto, fasciatoio e vestiti – tra i 2.000 e i 3.500 euro.
  • Alimentazione: se si opta per il latte artificiale, la spesa può arrivare a circa 1.000 euro l’anno. A questa si aggiunge il costo per gli alimenti solidi nei mesi successivi.
  • Pannolini e prodotti per l’igiene: il costo dei pannolini varia tra i 600 e i 1.000 euro all’anno, a cui si aggiungono circa 300 euro per prodotti per l’igiene come salviette e creme.
  • Visite mediche e vaccini: anche se molte visite e vaccini sono coperti dal Servizio Sanitario Nazionale, alcune spese mediche possono raggiungere i 500 euro l’anno.

Quando il bambino cresce, le spese si diversificano e includono:

  • Asilo nido: le rette variano notevolmente, da 200 a oltre 600 euro al mese, a seconda se si tratta di un nido pubblico o privato – la spesa varia tra i 2.400 e i 7.200 euro.
  • Giocattoli ed attività ricreative: queste spese possono variare, ma una media di 500 euro l’anno è una stima ragionevole.
  • Abbigliamento: con la crescita del bambino, i vestiti devono essere cambiati spesso, con una spesa annuale di circa 300-500 euro.

L’ingresso nella scuola primaria introduce nuove spese:

  • Materiale scolastico: libri, quaderni, zaini e altro materiale scolastico possono costare tra i 300 e i 500 euro all’anno.
  • Attività extrascolastiche: sport, lezioni di musica o altre attività costano in media dai 200 ai 1.000 euro l’anno.
  • Mensa scolastica: Se il bambino pranza a scuola, la spesa nel pubblico può variare da 400 agli 800 euro all’anno.

Per quanto riguarda gli adolescenti, le spese continuano a crescere:

  • Tecnologia: smartphone, computer e altri dispositivi tecnologici possono costare tra i 300 e i 1.000 euro l’anno.
  • Abbigliamento e tempo libero: le spese per l’abbigliamento aumentano, così come quelle per le uscite con gli amici, con una media annuale di circa 800-1.200 euro.
  • Scuola superiore e università: le tasse scolastiche e universitarie, i libri di testo e le eventuali spese di alloggio se studiano lontano da casa possono costituire delle spese annue assai significative.

Non stupisce che, secondo Rapporto Coop 2023, il 51% dei giovani tra i 20 e i 40 anni si è dichiarato per nulla interessato a diventare genitore.

Impostazioni privacy